1,2,3,4 Agosto 2009 Agerola si offre al visitatore con un evento al’insegna della gastronomia con musica, spettacoli e munù a base di tipicità territoriali tutte da gustare
Agerola terra d’antichi sapori sospesa tra cielo e mare
La bellezza di un panorama che abbraccia alcuni degli scorci più suggestivi della Costiera Amalfitana, un luogo di quiete immerso nel verde dei Monti Lattari, che strizza l’occhio al mare azzurro del golfo, un territorio che gode delle caratteristiche montane, ed è così vicino al mare da accogliere il profumo della salsedine che sale dalla vicina Amalfi. La brezza che spira dai monti diffonde profumi che sanno di buono: odore di latte, da cui deriva una fiorente tradizione di formaggi freschi e stagionati, come i ben noti Fiordilatte di Agerola e Provolone del Monaco, di pane fresco che da sempre accompagna i piatti della cucina agerolese, di gustosi salumi, frutto di tecniche di lavorazione di pregiate carni suine di cui gli agerolesi detengono il segreto. Il perfetto connubio tra paesaggio naturale e urbano, unito alla volontà degli abitanti di preservare la propria identità, ha permesso la conservazione di testimonianze di una storia antica, costituite non solo da edifici religiosi, ma anche da tradizioni e mestieri tramandati di generazione in generazion. Un angolo di mondo, sospeso tra cielo e mare, che ivoglia a sostare per riscoprire la pace e la tranquillità, la bellezza e i sapori spesso altrove dimenticati.