Città di Agerola, Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, con la collaborazione di Città di Sant’Antonio Abate e la partecipazione di Sapore di Campania, Costiera dei Fiori, Slow Food, O.N.A.F., Ritorna Vincitor Città di Ercolano, SEMA agenzia di comunicazione
Presentata la XXIX edizione di fiordilatteFIORDIFESTA in una significativo incontro fra enogastronomia e territorio, simboli di una Campania che riesce a comunicare oggi il fascino di una terra antica.
Dall’1 al 4 agosto, in Pianillo di Agerola, la Sagra del Fiordilatte e dei prodotti tipici agerolesi.
Il Galà ha riunito responsabili della valorizzazione del territorio agricolo e forestale della Regione Campania, giornalisti enogastronomi, aziende produttrici, esperti ed appassionati di natura e tipicità.
Giovedì 9 luglio, nella splendida cornice naturale dei Monti Lattari, Agerola ha presentato fiordilatte FIORDIFESTA, una sagra che si avvia, alle soglie del trentesimo compleanno, a diventare evento simbolo, capace di raccontare un territorio più di tante parole. Nel Giardino del Ristorante S.P.Q.R. in Pianillo, certificato Sapore di Campania, dopo il benvenuto del Sindaco On. Michele Pisacane, il prof. Nino D’Antonio, giornalista enogastronomo appassionato frequentatore della Costa d’Amalfi, ha brillantemente illustrato al pubblico presente la realtà di Agerola e del territorio dei Monti Lattari, sottolineando la capacità di perpetuare antiche tradizioni propria degli abitanti e lanciando l’invito a diffondere in maniera sempre più sistematica la conoscenza delle tipicità campane in Italia e nel mondo. Interventi anche di Giuseppe Allocca, coordinatore regionale Sviluppo Attività Settore Primario, e di Francesco del Vecchio, dirigente STAPACePICA. Madrina della serata Camilla Nata, giornalista di RAI UNO, che ha introdotto gli ospiti e tagliato il nastro, inaugurando il percorso del gusto intorno ai tavoli d’onore dove facevano bella mostra di sé i migliori prodotti della gastronomia campana, incorniciati dagli addobbi floreali della Cooperativa Ortofloricola di Sant’Antonio Abate.
I tenori del coro del San Carlo di Napoli Michele Maddaloni, Gaetano De Rosa e Nino Mennella si sono esibiti un una carrellata di successi della canzone classica napoletana, prima che i casari di Agerola dessero il via ad una “lavorazione in diretta” del fiordilatte, degustato con piacere dagli ospiti.
Il buffet ha visto protagonisti i prodotti in mostra. Presentati in anteprima due piatti forti del menù di fiordilatteFIORDIFESTA: i Paccheri del Monaco, creazione dello chef Enzo Pisacane del ristorante Leonardo’s, ed Agerola Parmigiana, una parmigiana di melanzane al fiordilatte rivisitata dallo chef Paolo Durazzo dell’Hotel Le Rocce e dedicata a Paolo Belli, che con la sua Big Band animerà la serata del 4 agosto.
Secondo l’intento della serata di dare valore alla cultura alimentare campana ed alla ricchezza delle tradizioni locali, Agerola ha accolto non solo i prodotti di diverse zone della Campania, ma anche lo chef Casertano Antonio Ruggiero, de La Fortezza Normanna di Vairano Patenora, che ha sposato i paccheri di Gragnano al Conciato Romano de Le Campestre di Castel di Sasso, mentre il provolone del Monaco D.O.P. ha esaltato il suo inconfondibile sapore incontrando la Gelatina di Aglianico de La Credenza di Pietravairano. Deliziosi gli Spaghetti (pastifici Gentile,La Rocca del Pastaio e Le Antiche Tradizioni di Gragnano) con la Colatura di Alici di Cetara (associazione Gli Amici delle Alici) e la misticanza di verdure con i Pomodorini del Piennolo di Casa Barone di Massa di Somma e di Salvatore Acampora di Ercolano, mentre il San Marzano D.O.P. era rappresentato dall’azienda Terra Amore e Fantasia di Sant’Antonio Abate. Patate locali hanno accompagnato i Peperoni Papaccella di Bruno Sodano, conditi con gli oli extravergine di Casa Scola di Gragnano, e gli oli Bio e D.O.P delle aziende Montecorbo e La Villanella di Massa Lubrense. Il Vino delle Cantine Gran Furor di Marisa Cuomo (Furore) e l’Acqua Acetosella di Castellammare di Stabia hanno esaltato il sapore dei piatti e dei formaggi e salumi dei caseifici e dei salumifici di Agerola. Sempre di Agerola pane, taralli e liquori, e le delizie di ricotta e pera in base di pasta frolla.
Un trionfo di buoni sapori e stuzzicanti profumi, con lo sfondo di un paesaggio montano ricco di boschi e di sorgenti, che incanta il turista e invoglia a sostare.